Marco Trovato
Reporter Indipendente


Articoli
  Attualita'
Solidarieta'
Societa'
News



ARTICOLI

 
NUOVO CINEMA PARADISO

Riapre lo storico Soudan Ciné di Bamako

Ogni mese in Africa un cinema è costretto a chiudere per mancanza di soldi. Ma ora un regista del Mali ha deciso di restaurare una delle sale più antiche e nobili del continente. È solo l’inizio di un progetto ambizioso

«Solo un anno fa poteva sembrare un’utopia, un progetto stravagante e inconcludente. Oggi è un sogno che si sta realizzando». Abderrahmane Sissako, celebre cineasta maliano di origini mauritane, non nasconde l’entusiasmo. «In pochi mesi abbiamo raccolto migliaia di sottoscrizioni: club di cinefili, fondazioni, istituti culturali, e moltissime persone comuni», racconta. «Oggi siamo vicini al traguardo ambizioso che ci eravamo prefissati: riaprire il Soudan Ciné di Bamako, uno tra i più antichi e rinomati cinema dell’Africa occidentale».
     In genere i registi si preoccupano di raccogliere soldi e sponsorizzazioni per realizzare i propri film, non per sistemare vecchie sale cinematografiche. Ma per Sissako, 49 anni, il cinema è anzitutto passione e impegno civile. Un anno fa, in occasione del Festival di Cannes, affiancato dall’attrice francese Juliette Binoche ha lanciato la sua campagna per salvare i cinema dell’Africa, soffocati dall’emorragia di risorse economiche. «Ogni mese a sud del Sahara chiude una sala e in tutto il continente ne restano funzionanti solo una cinquantina», ha ricordato Sissako, lanciando una sottoscrizione per la sua neonata associazione “Cinema per l’Africa”, che punta a finanziare la riapertura di decine di sale.
«Il progetto è nato da un senso di frustrazione personale», ha chiarito il cineasta. «Quando si è registi e non si ha la possibilità di mostrare il proprio film nel proprio Paese, si ha come la sensazione che non sia finito. I film si girano perché siano visti, e l’unico luogo in cui vederli è una sala di cinema.
     L’obiettivo di “Des cinémas pour l’Afrique” non è costruire nuove sale, ma salvare quelle che esistono. Ve ne sono alcune dotate anche di una bellezza architetturale importante. Ma sono desolatamente vuote e inattive». Da una ventina d’anni le sale chiudono, trasformate in supermercati o luoghi di culto. Per cominciare a invertire la tendenza, Sissako ha proposto di recuperare uno tra i più antichi e rinomati cinema dell’Africa occidentale. «Io stesso ho passato l’infanzia nel Soudan Ciné di Bamako guardando “spaghetti western”, un cinema che mi faceva sognare», ha spiegato il regista. «Il nuovo Soudan proietterà film di ogni genere, africani e non».
     Il progetto prevede la ricostruzione di una sala da 420 posti, equipaggiata con le attrezzature più avanzate e uno spazio ristoro. «Il nostro obiettivo primario è attrarre i giovani, gli studenti, molti dei quali non hanno mai messo piede in una sala cinematografica». Il costo: due milioni di euro, ovvero cinquemila euro a poltrona. «Grazie al contributo di moltissimi appassionati abbiamo già avviato i lavori e confidiamo di inaugurare il nuovo cinema entro la fine dell’anno». Sarà la prima - ci auguriamo anche noi - di una lunga serie di sale storiche che Sissako promette di riaprire.

Aiutare il cinema
     Per sostenere il restauro dello storico Soudan Ciné di Bamako, l’associazione “Des cinémas pour l’Afrique”, fondata dal regista Sissako, ha lanciato una campagna di sottoscrizione. Per versare il proprio contributo, avere altre informazioni sul progetto e seguirne l’avanzamento, cliccare sul sito: www.descinemaspourlafrique.com.


Cinema online
     Cinemafrica è il primo portale e la prima rivista online italiani dedicati al cinema dell’Africa e delle sue diaspore. Digitando www.cinemafrica.org è possibile leggere presentazioni, recensioni, interviste, saggi storici, focus su autori e film in sala, distribuiti nel circuito homevideo, o di prossima uscita. Una miniera di informazioni che farà gola agli appassionati del genere: cliccare per credere.



Tutti i diritti sono riservati.
E' vietata la riproduzione, anche parziale, dei testi e delle immagini, senza l'autorizzazione scritta dell'autore.
E-mail: info@reportafrica.it.
Realizzato da www.kridea.com.
Elenco Totale Articoli

Warning: getenv() has been disabled for security reasons in /var/www/www.reportafrica.it/articoli.php on line 286