Marco Trovato
Reporter Indipendente


Articoli
  Attualita'
Solidarieta'
Societa'
News



ARTICOLI

 
L'AFRICA DI CORSA

Guida pratica alle migliori gare podistiche nel continente

Dalle sabbie infuocate del Sahara alle vette vertiginose del Monte Camerun, un lungo viaggio tra le corse più spettacolari (e impegnative) dell’Africa

Marathon des Sables
     Viene considerata la gara podistica più massacrante del mondo. Ma richiama ogni anno centinaia di appassionati da tutti i continenti (11 mila partecipanti dal 1986). Si svolge nel Sahara marocchino, in condizioni ambientali estreme, su una distanza di circa 250 km (156 miglia per la precisione). Dura una settimana e prevede un solo giorno di riposo. I corridori, per regolamento, devono provvedere alla propria completa autosufficienza alimentare portando il cibo in uno zaino sulle proprie spalle (l’acqua viene rifornita ogni 10 km, la razione personale giornaliera è di nove litri). L’edizione 2011 della Maratona delle Sabbie si svolgerà all’inizio di aprile. L’iscrizione (2700 euro) è vietata ai dilettanti: nel 2007 due partecipanti ci hanno rimesso la vita. E nel 1994 l'atleta Mauro Prosperi si perse durante una tappa a causa di una tempesta di sabbia, riuscendo a raggiungere una tenda berbera dopo sei giorni nel deserto durante i quali mangiò radici, pipistrelli e serpenti. www.darbaroud.com

Boavista Ultramarathon
     Si corre ogni anno, all’inizio di dicembre, a Boavista nell’arcipelago di Capo Verde. Prevede una sola tappa, spettacolare e micidiale, di 150 chilometri lungo un tracciato che sfiora le acque dell’oceano Atlantico. Si gareggia sotto il sole cocente e la notte stellata, muniti di uno zaino con sacco a pelo e cibo sufficiente. I partecipanti hanno un tempo massimo di 50 ore per coprire l’estenuante percorso, che si snoda tra dune di sabbia, pietraie infuocate, sentieri in terra battuta e vecchi lastricati in pavé. La gara è stata ideata dieci anni fa da un podista italiano che vive sull’isola. E’ possibile iscriversi (a partire da 300 euro) all’edizione 2011. www.boavistaultramarathon.com

Sahara Marathon
     E’ una manifestazione sportiva internazionale di solidarietà con il popolo Saharawi e si svolge da undici anni, in primavera, nel deserto algerino, sulle pietraie arroventate che circondano la città di Tindouf. Prevede quattro distanze: maratona classica (42 km), mezza maratona di 21km, 10km e la corsa dei bambini di 5km. Il percorso più lungo connette simbolicamente tre campi profughi, Smara, Aoserd, ElAyoun. E tre sono gli obiettivi che si prefigge la SaharaMarathon: promuovere l’attività sportiva tra i giovani Saharawi, finanziare e sviluppare progetti umanitari. E soprattutto far conoscere nel mondo, attraverso lo sport, un conflitto dimenticato che dura da più di 35 anni. La prossima edizione si svolgerà il 28 febbraio. L’organizzazione in Italia è affidata all'Associazione El Ouali di Bologna. www.saharamarathon.org

Race of Hope (Monte Camerun)
     E’ una gara estrema. Si corre ogni febbraio sul cono vulcanico del Monte Camerun (4100 m), la più alta montagna dell’Africa occidentale. Il tracciato di 38 chilometri parte dal villaggio di Buea, a mille metri di altitudine, e si snoda lungo un fianco del monte su sentieri sconnessi che serpeggiano tra la foresta e vecchie colate laviche. Un dislivello di 3.200 metri da percorrere in salita e discesa! All’ultima edizione erano quasi mille i partecipanti, uomini e donne, ma solo la metà è arrivata al traguardo. Il record di percorrenza maschile è di quattro ore e 15 minuti, quello femminile è di cinque ore e 29 minuti. Da vedere lo splendido documentario “Volcanic Sprint” (2007) dedicato alla corsa. www.volcanicsprint.com

Mount Mulanje Porters Race (Malawi)
     Si svolge da quindici anni, ogni estate, sul Monte Malanje (3001 m), la più alta vetta dell’Africa centrale, che si staglia sopra le lussureggianti piantagioni di tè del Malawi meridionale. Un tempo la gara era riservata ai portatori e alle guide locali che accompagnano i turisti fino alla cima, oggi chiunque può parteciparvi. I corridori sono chiamati a percorrere un tragitto roccioso di 25 km, avvolto spesso in una fitta coltre di nebbia. Un tracciato aspro e faticoso che si snoda attraverso praterie, fiumi e gole, supera gli altopiani di Chambe e Lichenya, fino a raggiungere i 2500 metri di altitudine. All’ultima edizione, svoltasi lo scorso 10 luglio, vi hanno partecipato circa 500 corridori e il miglior tempo è stato sbalorditivo: due ore e undici minuti. www.mountmulanje.org.mw

100 km del Sahara (Tunisia)
     Giunta alla sua tredicesima edizione, è diventata una "classica" tra le competizioni sahariane e richiama ogni primavera centinaia di corridori di ogni nazionalità (prossimo appuntamento: 12 marzo). Il percorso tocca alcune delle località più affascinanti della Tunisia sud-occidentale: Tozeur, Douz, Erg El Bibane, Ksar Ghilane… piccole e grandi oasi che incantano con la loro storia millenaria, i paesaggi grandiosi, i mercati animati dalle carovane berbere. In totale sono 111 km, suddivisi in 5 tappe (il quarto giorno si tiene la maratona di km 42, da Bir El Ghif a Bir Lectaya). In alternativa alla gara competitiva, i camminatori (soccorsi, eventualmente, dai cammelli) hanno la possibilità di percorrere l’itinerario con un impegno fisico decisamente inferiore. L’organizzazione, affidata alla società Zitoway di Modena, si occupa dell’allestimento degli accampamenti nel deserto, del trasporto bagagli, della cucina e dell’assistenza medica. Quota di partecipazione: euro 1890, compreso il volo aereo. www.100kmdelsahara.com

Marathon d'Afrique (Senegal)
     Piste immerse nella savana, tra piante di acacia e possenti baobab: è l’ambiente di questa gara lunga quattro giorni che si svolge in Senegal, nella regione di St. Louis, al confine con la Mauritania. Previsto un tracciato di 100 km, lungo piste intermente sterrate dal fondo duro e compatto ma a tratti ricoperte di sabbia. Durante la manifestazione si svolgono una maratona e una mezza maratona (21 km) che attraversano alcuni villaggi di capanne in paglia e fango. La quarta edizione della gara si svolgerà il prossimo ottobre (data in fase di definizione). L’organizzazione garantisce l’assistenza con mezzi 4x4, ristori con acqua minerale e frutta, eventuali trasferimenti. www.marathonafrique.com

100km of Namib Desert (Namibia)
     Programmata in dicembre tra le dune del Namib (il più antico deserto al mondo), è una gara impegnativa, ma garantisce una sistemazione logistica a cinque stelle che aiuta nei recuperi necessari per affrontare le quattro giornate di corsa. Cento km da correre (compresa una maratona), sempre con il fresco del mattino, lungo piste di sabbia e praterie assolate. Con passaggi suggestivi che tolgono il fiato: il letto secco del fiume Tsauchab, lo spettacolare Sesriem Canyon, la ”Crazy Dune” (la duna più alta del mondo, da scalare fino alla cima). Quota partecipazione: € 2.690, compreso il volo aereo. www.100kmofnamibdesert.com

Chott Marathon (Tunisia)
     E’ l'unica maratona al mondo che si corre all'interno di un lago salato. Per la precisione si svolge sulla superficie salata del Chott El Jerid, circa 2500 km quadrati che si estendono tra le mitiche oasi di Tozeur e Nefta, nel sud-ovest della Tunisia. La prova si sviluppa su due distanze, la classica maratona, di 42.195 km e la mezza maratona. La partenza avviene alle prime ore della mattina, verso le 4, e i primi chilometri di gara si corrono con il buio. Il tracciato è contrassegnato da segnali luminosi e bandiere. E’ obbligatorio correre con una riserva di almeno mezzo litro di acqua. L’ottava edizione si svolgerà a settembre/ottobre 2011. Quota di partecipazione: € 590 compreso il volo aereo. www.chottmarathon.com

Correre in Sudafrica
     Il Sudafrica è considerato il paradiso africano dei podisti. Con il suo clima mite e la sua grande varietà di paesaggi, offre in ogni stagione un nutrito calendario di gare di mezzo fondo, maratone e corse in montagna (vedere su www.runnersguide.co.za). L’evento clou è senza dubbio la Comrades Marathon, la più antica e partecipata ultramaratona del mondo (90Km), che ogni anno vede la partecipazione di oltre 25mila atleti di ogni nazionalità (www.comrades.co.za). Tra le altre competizioni sudafricane, segnalo: la Mont-Aux-Sources 50 km Challenge (www.wildlands.co.za) , la Ottosdal Nite Marathon (www.ottosdaldrafentrap.co.za), la Postnet Maritzburg Marathon (www.pmb42.co.za), e la Landmarks Half Marathon (www.wpcc.co.za).

Sahara Race
     Ogni anno, nel mese di ottobre, almeno 150 atleti di 35 nazioni diverse si danno appuntamento nel cuore del deserto egiziano per partecipare alla mitica Sahara Race, una delle migliori gare di resistenza al mondo. Fa parte del celebre circuito 4deserts Races (che include altre tre gare estreme: nel deserto del Gobi in Cina, nell’Atacama in Cile, e nell’Antartico) e attraversa la celebre Valle delle Balene, nei pressi di Fayyum, nel deserto occidentale dell'Egitto. Un sito paleontologico ricchissimo di resti fossili e inserito nell'elenco dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. Il più anziano partecipante Sahara Race 2010 è un corridore britnnico di 75 anni: Jack Denness. L’americano Nathan Lowe, 63, invece ha fatto della gara un affare di famiglia, coinvolgendo nella corsa so figlio Matt, di 30 anni, e sua figlia Carrie, di 27. www.4deserts.com/sahararace


Maratone nel deserto o sky-running sulle vette dell’Africa? Ad ognuno la propria gara. L’importante è partire preparati




Tutti i diritti sono riservati.
E' vietata la riproduzione, anche parziale, dei testi e delle immagini, senza l'autorizzazione scritta dell'autore.
E-mail: info@reportafrica.it.
Realizzato da www.kridea.com.
Elenco Totale Articoli

Warning: getenv() has been disabled for security reasons in /var/www/www.reportafrica.it/articoli.php on line 286