Marco Trovato
Reporter Indipendente


Articoli
  Attualita'
Solidarieta'
Societa'
News



ARTICOLI

 
SCIAMI GUSTOSI


A Kampala è iniziata la caccia alle cavallette


Ogni anno, nei mesi di novembre e dicembre, la capitale ugandese è invasa da milioni di insetti volanti. Per settimane piovono dal cielo leccornie e business appetitosi



Sono un flagello conosciuto fin dall’antichità. Compaiono all’improvviso in sciami colossali e divorano tutto ciò che trovano sul loro percorso. Non c’è nazione africana che non abbia sperimentato il potere distruttivo delle cavallette. Ancora oggi l’Information Locust Service della Fao aggiorna quotidianamente il bollettino dei danni di questa sciagura: coltivazioni e pascoli devastati dall’Algeria allo Zimbabwe.
Solo in Uganda la periodica invasione di questi insetti voraci è attesa con trepidazione. Ogni anno, nei mesi di novembre e dicembre, milioni di cavallette discendono gli altopiani etiopi per raggiungere le umide regioni attorno al Lago Vittoria. E’ la stagione delle “senene”: sorta di locuste della specie Ruspolia nitidula. Per settimane il cielo di Kampala viene offuscato da impressionati nuvole di insetti verdi e marroni che svolazzano senza sosta.
Al calar del sole la gente si riversa sulle strade per catturarne il maggior numero possibile: gli ugandesi ne vanno ghiotti.
I viali della metropoli si riempiono di trappole artigianali composte da lamiere di metallo collocate in pozione verticale sopra dei grossi bidoni. Per attirare gli insetti si utilizzano faretti elettrici o lampade a petrolio.
Le luci richiamano le senene sulle lastre scivolose: a migliaia finiscono intrappolate nei bidoni (guardate il video su www.vimeo.com/11193910). I cacciatori di cavallette si danno da fare fino all’alba. Vivaci plotoni di bambini partecipano alla raccolta sulle strade e rischiano ogni notte di finire sotto le auto (il bollettino degli incidenti mortali, in questo periodo, è terribile).
Alle donne spetta il compito di pulire le senene, eliminando zampe e ali, e di trasformarle in gustose prelibatezze. Le cavallette possono essere cucinate in vari modi: fritte e speziate, arrostite e ridotte in polvere, in padella con cipolle e peperoncino. Pietanze stuzzicanti e ricche di proteine. Si vendono in ogni angolo di Kampala. Un chilo di senene vale 6mila scellini ugandesi, circa 2 euro. Il business delle cavallette può garantire per un anno intero l’affitto della casa, l’acquisto di abiti nuovi, il pagamento delle tasse scolastiche. Un castigo del cielo? Macché: una benedizione divina.





Tutti i diritti sono riservati.
E' vietata la riproduzione, anche parziale, dei testi e delle immagini, senza l'autorizzazione scritta dell'autore.
E-mail: info@reportafrica.it.
Realizzato da www.kridea.com.
Elenco Totale Articoli

Warning: getenv() has been disabled for security reasons in /var/www/www.reportafrica.it/articoli.php on line 286