Marco Trovato
Reporter Indipendente


Articoli
  Attualita'
Solidarieta'
Societa'
News



ARTICOLI

 
Lezioni di buon umore

In Etiopia un uomo insegna a ridere

Belachew Girma è un maestro di allegria. Nella sua “scuola del sorriso” di Addis Abeba -– unica nel suo genere in Africa - insegna a superare le difficoltà della vita usando l'ilarità.

È stato campione mondiale della risata e oggi è un terapista del sorriso. Belachew Girma, 44 anni, etiope, padre di cinque figli, ha fatto del buon umore uno stile di vita, il proprio marchio di fabbrica, una nuova professione. Non deve essere stato affatto facile: la vita di Belachew è stata costellata di tragedie e incidenti. Quindici anni fa ha perso la moglie a causa dell'Aids, poco dopo un incendio gli ha devastato l’a sua azienda e un'alluvione gli ha allagato la casa. Avrebbe potuto arrendersi alla disperazione. Invece è riuscito a reagire. «La forza mi è venuta leggendo la Bibbia», ha raccontato ai microfoni della Bbc. «Mi sono abbandonato a Gesù e ho ritrovato il piacere di vivere». Curiosamente Belachew ha scoperto anche un'autentica passione per il sorriso. «La mia vita è cambiata da quando ho imparato a esprimere l'allegria».
Il re della risata
     Nessuno ride come lui. Dall’alba al tramonto, mai un’espressione seria o contrariata. Sempre sorrisi spontanei e contagiosi. «Non riesco più farne a meno», spiega. «Ridere è diventato per me una cosa assolutamente naturale e irrefrenabile».
Nel 2002 il suo nome è entrato nel Guinness dei Primati. Invitato a partecipare a una stravagante gara in Germania, l'Impossibility Challenger Event, ha stabilito il record mondiale del sorriso: una risata no-stop lunga 2 ore e 40 minuti di. Nel 2008 è riuscito a migliorare il primato personale, ridendo per 3 ore e 6 minuti consecutive. Televisioni e giornali hanno cominciato a parlare di lui come deil "Re africano della risata". Belachew ha cavalcato la popolarità: nel suo Paese natale, l'Etiopia (luogo-simbolo delle tragedie dell'Africa), ha istituito la Giornata nazionale del Bbuon umore. «Non serve a nulla deprimersi per la povertà dilagante e le carestie che ciclicamente flagellano le nostra campagne», - spiega Belachew Girma. « - Piangersi addosso non migliora il nostro stato d'animo né risolve i nostri problemi. Al contrario, i libri di psicologia celebrano il potere terapeutico della risata».
«Ridere aiuta a vivere»
     Belachew considera il sorriso come una medicina. «Ridere aiuta a vivere… È un esercizio che va praticato ogni giorno. Tutti possono imparare». Convinto di ciò, nel 2001 ha fondato ad Addis Abeba The Laughter School (laughterworldmaster.com), la prima scuola africana del sorriso. Qui insegna a sviluppare il buon umore, a utilizzare al meglio l'energia positiva che si cela in ogni individuo, per superare le difficoltà della vita e perseguire con successo i propri obiettivi. I corsi e i seminari che propone sono frequentati da manager in carriera, persone depresse o stressate, donne incinte, bambini orfani…... A ciascuno Belachew prescrive la suapropria dose di sorriso quotidiano, attraverso sedute terapeutiche capaci di sprigionare un’irrefrenabile ventata di euforia, ottimismo e creatività.
La sua fama ha valicato i confini nazionali. Oggi il re africano della risata viene invitato (da aziende, università, associazioni di psicologi o medici) a tenere conferenze e lezioni in tutto il mondo. «Sono stato in Germania, Israele, Irlanda, Sudafrica… Incredibile: se ci penso mi viene da ridere».


Contatti
     Belachew Girma, 44 anni, campione etiope della risata e fondatore della scuola del sorriso di Addis Abeba. Informazioni: laughterworldmaster.com

C’è poco da ridere. Belachew ha perso la moglie per l’Aids e l’azienda per un incendio’alluvione. Ma a quarant’anni ha iniziato una nuova vita.


Risate senza frontiere
     In principio c’era Pacth Adams, il celebre medico americano con il naso da clown (impersonato dall’attore Robin Williams nell’omonimo film) che per primo ha sfruttato il potere benefico della risata. Da allora migliaia di pagliacci in tutto il mondo hanno cominciato a praticare la clown-terapia per portare il sorriso nelle corsie di ospedale e in altri luoghi di sofferenza.
L’associazione Clown Senza Frontiere (lnx.clownsenzafrontiere.org) si è spinta fino in Africa, per alleviare la tristezza di bambini meno fortunati, «perché il clown non parte dal naso ma dal cuore». Anche la Compagnia dei Ciarlatani (compagniadeiciarlatani.com) organizza spedizioni africane per proporre il teatro di strada con la sua carica gioiosa in luoghi di povertà e disagio. Infine l’iniziativa umanitaria Giullari Senza Frontiere (giullarisenzafrontiere.it) porta il sorriso e il gioco del clown in strade, ospedali, prigioni, campi profughi, scuole… Dal Mozambico al Marocco, dall’Etiopia al Brasile.

Ridere fa bene!
     La risata - assicurano gli studi medici – è un vero e proprioa toccasana: favorisce la distensione del respiro, il rilascio di endorfine (gli ormoni della felicità), migliora la circolazione del sangue e previene le malattie cardiovascolari. Negli ammalati allevia il peso dei traumi, riduce lo stress e le percezione del dolore, aiuta la guarigione. Una medicina che va bene per tutti: grandi e piccoli, uomini e donne. Controindicazioni: nessuna.



Operation Smile
     Si chiama Operation Smile, è un'organizzazione internazionale di medici e infermieri con una missione speciale: restituire il sorriso ai bimbi che nascono con terribili deformità al viso. Nel mondo, infatti, milioni di giovani vorrebbero sorridere ma non possono… A causa di malformazioni facciali che impediscono non solo di avere una vita sociale normale ma anche, nei casi più gravi, di nutrirsi, respirare, parlare. I circa mille volontari di Operation Smile compiono missioni umanitarie in ogni parte del mondo -– soprattutto in Africa - per correggere con interventi di chirurgia plastica deformazioni diffuse come il labbro leporino e la palatoschisi, ma anche volti sfigurati da ustioni e da traumi.
www.operationsmile.it www.operationsmile.it




Tutti i diritti sono riservati.
E' vietata la riproduzione, anche parziale, dei testi e delle immagini, senza l'autorizzazione scritta dell'autore.
E-mail: info@reportafrica.it.
Realizzato da www.kridea.com.
Elenco Totale Articoli

Warning: getenv() has been disabled for security reasons in /var/www/www.reportafrica.it/articoli.php on line 286