Marco Trovato
Reporter Indipendente


Articoli
  Attualita'
Solidarieta'
Societa'
News



ARTICOLI

 
Slalom tra le dune

Cresce in Namibia la passione per lo sci... sulla sabbia


Discesa libera, fondo, slalom o snowboarding. Nel deserto del Namib è possibile praticare ogni genere di sport invernale. Merito di Enrik May, sciatore di origine tedesca, che per primo ha provato a scivolare sulle dune

«Poco prima di lanciarmi mi sono guardato attorno e sono rimasto senza parole. Il paesaggio lassù era magnifico, il silenzio irreale. Il vento accarezzava la sabbia ai miei piedi. Mi sono fatto coraggio e ho iniziato a scivolare… sempre più veloce». Dieci anni dopo, Henrik May non ha dimenticato l'emozione della prima discesa sulla sabbia.
Dai monti alle dune
     Lui è cresciuto sulle montagne tedesche, ha messo i suoi primi sci all'età di quattro anni, da giovane ha vinto numerosi trofei amatoriali in combinata nordica (una specialità olimpica che abbina fondo e salto con gli sci). «Ma quando ti butti a capofitto da una duna alta 120 metri è tutto diverso», racconta. «La sabbia crea più attrito che la neve, la postura va arretrata, si fatica il doppio. Ed è fondamentale padroneggiare la tecnica per non perdere il controllo».
Henrik May oggi ha 38 anni. Nel 1998, appena ventitreenne, sbarcò con due zaini a Windhoek, capitale della Namibia. Assieme alla sua famiglia aveva scelto l'ex colonia tedesca per cominciare da zero una nuova vita. I genitori avevano perso il lavoro e lui stava cercando la sua strada. In Germania aveva provato ogni genere di mestiere, dal magazziniere al poliziotto, senza mai innamorarsene.
Folle idea
     La Namibia sembrava il posto giusto per iniziare una nuova avventura. «L’inizio fu duro», ricorda. «Dovetti imparare in fretta l'inglese e l'afrikaans». Coi soldi guadagnati con la vendita della casa di famiglia in Europa, comprò tre ettari di terreno a pochi chilometri della città di Swakopmund, con l’ambizione di aprire un piccolo campeggio per turisti. «All’inizio vivevamo in un bugigattolo senza corrente elettrica, cenavamo a lume di candela», ricorda. Ma il posto era fantastico: davanti aveva l'oceano, alle spalle il deserto del Namib. Un giorno Henrik decise di provare a lanciarsi giù da una duna con un paio di sci ai piedi. «Fu fantastico… Mentre scendevo capii che potevo trasformare quella folle idea in un'impresa». Oggi Henrik gestisce un lodge e un tour operator di successo. È l’unico in Namibia capace di far vivere ai propri ospiti l'emozione esclusiva di una sciata in mezzo al deserto. I clienti arrivano da ogni parte del mondo. Possono praticare la discesa libera, il fondo, lo slalom o lo snowboarding. L'unico inconveniente? «Non esistono ski-lift, bisogna salire a piedi in cima alle dune», avverte Henrik. «Ma ne vale la pena».




Da sapere
     La stagione sciistica in Namibia dura tutto l'anno ma il periodo più piacevole va da maggio a ottobre. Il lodge Sophia Dale gestito da Henrik May si trova nella città costiera di Swakopmund. Sul posto si noleggia tutta l'attrezzatura (scarponi, sci e tavole da snowboard). Per scivolare sulla sabbia si usano degli attacchi speciali e sugli sci viene applicata della sciolina, una sostanza a base di cera, per migliorarne le prestazioni. Informazioni e prenotazioni: www.ski-namibia.com



Tutti i diritti sono riservati.
E' vietata la riproduzione, anche parziale, dei testi e delle immagini, senza l'autorizzazione scritta dell'autore.
E-mail: info@reportafrica.it.
Realizzato da www.kridea.com.
Elenco Totale Articoli

Warning: getenv() has been disabled for security reasons in /var/www/www.reportafrica.it/articoli.php on line 286