Marco Trovato
Reporter Indipendente


Articoli
  Attualita'
Solidarieta'
Societa'
News



ARTICOLI

 
MUSCOLI PER SOGNARE

Una palestra di vita nel cuore dell´Africa

Una piccola baracca adibita a palestra e tanta ferraglia trasformata in macchinari per il body-building. Così i ragazzi di una povera cittadina del Kenya hanno trovato il modo di tenersi in forma. Usando i muscoli e la testa.

Una vera palestra attrezzata nel cuore di una povera baraccopoli. L´idea, pazzesca e ambiziosa, è venuta un anno fa a don Carlo Rotondo, missionario tuttofare (vedi articolo a pagina....), impegnato ad aiutare i ragazzi di Nanyuki, nel cuore del Kenya. "Pur tra mille difficoltà, i giovani qui non rinunciano a fare sport. Giocano a calcio, a basket, a pallavolo, praticano il pugilato e le arti marziali... Amano correre e prendersi cura del proprio corpo". L´idea della palestra è stata accolta con entusiasmo: i ragazzi hanno sistemato una piccola baracca e si sono dati da fare per procurare l´armamentario. Niente tapis-roulant computerizzati o sofisticati macchinari per rassodare i glutei. Gli attrezzi, semplici ed efficaci, sono stati costruiti riciclando vecchia ferraglia: tubi idraulici per tonificare gli addominali, ingranaggi di vecchi motori per sviluppare i bicipiti, piccole carrucole arrugginite per bilanciare i pesi... Così è nata la "Shape up Gym" (in inglese "shape up" significa "svilupparsi", ma anche "darsi da fare"), l´unica palestra al mondo dov´è possibile scolpire i muscoli usando materiali da discarica. Il biglietto d´entrata costa l´equivalente di 20 centesimi di euro, l´abbonamento mensile 1 euro e 50. ("Con quei soldi i ragazzi contribuiscono a pagare l´affitto", precisa don Carlo). Il locale è piccolo, nemmeno venti metri quadri, avvolto nella penombra e intriso di sudore. Nelle ore di punta il rumore è assordante: lo sferragliare degli attrezzi si intreccia a decine di voci, risate allegre, respiri affaticati. Le pareti sono tappezzate di campioni di body-building che ostentano corpi granitici. Ma non tutti sognano di diventare così: Jossefin, vent´anni, occhi vividi e fisico slanciato, frequenta la palestra per potenziare la forza delle gambe. E´ appassionata di atletica leggera e sogna di guadagnarsi da vivere con la corsa: "Un giorno vorrei gareggiare in Europa". Per centrare quell´obiettivo ce la sta mettendo tutta: alle prime luci dell´alba, prima di andare in palestra, si allena correndo nella savana, lungo tortuose strisce di terra rossa. A vederla sfrecciare nell´erba, pare una gazzella: elegante, potente, leggiadra. Splendida.


Tutti i diritti sono riservati.
E' vietata la riproduzione, anche parziale, dei testi e delle immagini, senza l'autorizzazione scritta dell'autore.
E-mail: info@reportafrica.it.
Realizzato da www.kridea.com.
Elenco Totale Articoli

Warning: getenv() has been disabled for security reasons in /var/www/www.reportafrica.it/articoli.php on line 286